Meraviglia e stupore all’Acquario di Genova.

Per la serie “Giulia che vi consiglia cose“, dopo la visita al Forte di Bard oggi vi parlo del bellissimo Acquario di Genova. Giovedì pomeriggio avevamo delle faccende a Genova e, causa pioggia fitta, abbiamo pensato di ripararci per qualche ora dentro l’Acquario, un luogo dove io andavo spesso da bambina e che ancora mi emoziona come allora. Vi avverto: il biglietto non è dei più economici, ma vale la pena data la moltitudine di vasche, ambienti, animali e piante che si ha la possibilità (rarissima nella vita di tutti i giorni) di vedere. Tra l’altro, la visita dura tra le due e le tre ore, e quindi, se si fanno i conti in tasca, alla fine la spesa è completamente ripagata!

Per chi non lo sapesse, l’Acquario di Genova è situato a Ponte Spinola, nel cinquecentesco porto antico, ed è stato progettato dall’architetto italiano Renzo Piano; al momento è il terzo più grande in Europa ed il nono nel mondo intero! L’acquario comprende 39 vasche sommerse e 4 a cielo aperto con un totale di circa 15.000 animali di 400 specie diverse tra pesci, mammiferi marini, uccelli, rettili, anfibi, invertebrati in ambienti che riproducono quelli originari delle specie.

Si entra nella Grotte delle Murene, dove una grossa vasca cilindrica ospita murene, scorfani e, separatamente, i bellissimi cavallucci marini. Successivamente, seguendo il percorso obbligato, si attraversano tanti ambienti marini diversi (il Mar Mediterraneo in primis, ma anche il Rio delle Amazzoni, la Barriera Corallina) e aree geografiche terrestri (la foresta tropicale, la spiaggia dei pinguini, le mangrovie).

Le aree forse più spettacolari sono le quattro grandi vasche visibili da più livelli, ovvero quelle dei lamantini, dei delfini, degli squali, delle foche e dei pinguini. Qui si possono osservare gli animali da sopra e da sotto: con l’apertura del nuovo Padiglione Cetacei, i delfini possono essere ammirati dall’alto grazie a una parete vetrata, e da una prospettiva subacquea attraverso un tunnel immerso lungo 15 metri. I pinguini (che noi abbiamo visto dal vivo in Cile) hanno la loro spiaggetta dalla quale possono tuffarsi in acqua, le foche e i lamantini si rotolano e giocano in acqua; gli squali navigano veloci avanti e indietro con i loro occhi vitrei.

Nel Padiglione della Biodiversità sono presenti le vasche tattili con le razze, dove le specie acquatiche nuotano al pelo dell’acqua e si lasciano accarezzare dai visitatori. In quest’area ci sono – oltre alle specie marine come razze, storioni e gallinelle – anche animali di foreste pluviali o di acqua dolce, come tartarughe, serpenti e iguane.

Ma la parte che a me fa emozionare ogni volta è la Danza delle Meduse, un piccolo padiglione con quattro vasche di meduse (Cassiopea, Sanderia, Quadrifoglio e Filloriza) e una che mostra il loro ciclo vitale, dove le creaturine sembrano librarsi in acqua senza fatica alcuna, illuminate da luci colorate. La filloriza bianca è bellissima, potrei stare a guardarla per ore. Una menzione speciale va fatta alla vasca della Plastica, che non sono riuscita a fotografare: l’Acquario è molto sensibile al tema dell’inquinamento marino e durante il tour si vedono anche opere d’arte che vogliono sensibilizzare i visitatori a questo tema. La vasca della Plastica mostra buste di plastica immerse che sembrano animali marini e la tabella esplicativa ne elenca i dati e le informazioni fisiche come per le altre creature di mare: si trova in tutti i mari, sopravvive a qualsiasi temperatura e viene ingerita poiché scambiata per meduse o anemoni di mare. La somiglianza è impressionante e scatena immediato disagio!

Quando arriviamo ai polipi (quello gigante del Pacifico si nasconde in un angolino, ne vediamo solo un tentacolo) la gita ormai è conclusa: sono passate più di due ore, fuori piove ancora ed è ora di andare a casa. Ripartiamo con due peluche per i miei nipoti e la promessa di tornare (questa volta con la macchina fotografica)!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...