L’impagabile libertà di movimento.

Sia io che Simone soffriamo il caldo, parecchio. Capite subito, dunque, come queste settimane di clima sub-tropicale ci stiano facendo impazzire! Ma noi che siamo furgonati, lo scorso weekend abbiamo pensato bene di scappare due sere in collina, alla ricerca di un po’ di frescura e di silenzio (data la festa di paese che avrebbe disturbato i nostri sonni). Il VanRooster ormai completato con i moduli S-Moove ci ha permesso di allestire questa estemporanea notturna, che ci ha regalato due notti di pace – una addirittura accompagnata da plaid!

Cosa ci siamo portati dietro? Poco e niente in realtà, il necessario per dormire, lavarci i denti e fare colazione la mattina dopo. Quello che non poteva mancare era il nuovo materasso FluffyVan, a lungo atteso e finalmente arrivato! Diviso in tre pezzi (il più grande agganciato al portellone posteriore) uniti da mega strappi di velcro, il materasso viene appoggiato su 3+3 tavole S-Moove (le doghe del letto), a loro volta agganciate a tre travetti in legno posizionati perpendicolarmente.

Ovviamente, essendo all’inizio dell’uso dei mobili S-Moove, prima di imbroccare la posizione giusta ci vuole un po’…ma il bello è che si impara velocemente! La prima sera, mentre montiamo tutto, veniamo divorati dalle zanzare, ma il sono sincera: scambio volentieri qualche puntura con il silenzio di un campo d’erba tagliata! Quando poi la luce cala, vediamo anche un fioccar di lucciole che rendono il tutto ancora più magico.

Quando tutto è finalmente pronto, ci allunghiamo, apriamo i finestrini, spegniamo le luci…e stop. La pace ci circonda e ci accompagna. Neanche più le zanzare si fanno sentire, sparite misteriosamente (e fortunatamente per le mie caviglie) alle 22.30 – forse andavano a casa a dormire anche loro.

A noi che poco importa delle feste paesane, dei bar, delle serate in musica; a noi che i decibel più alti di una cicala ci fanno soffrire, a noi che l’estate africana ci turba le notti, a noi che piace goderci le notti senza luci delle città e la morbidezza dell’erba sotto le dita dei piedi. A noi che forse siamo considerati “sfigati” da certi e dei “grandi” da altri, a noi questa cosa di prendere il VanRooster e andare a dormire 20km da casa, così, perché ci va, piace da impazzire! E’ impagabile la sensazione di libertà che ci sta dando il furgone allestito; chi viaggia in questo modo lo sa bene e ci capirà al volo.

La notte tra venerdì e sabato dormiamo tranquilli e ci svegliamo presto per tornare ad Arquata e andare al lavoro. Dopo aver fatto colazione ci laviamo faccia e denti con la pratica doccetta che noi appendiamo fuori dal furgone con una ventosa. Le taniche contenenti l’acqua sono nascoste nei moduli che coprono i passaruota, sempre S-Moove.

La notte successiva andremo ancora più in là, a circa 1000mt di altitudine. La sera, quando posteggiamo, ci sono solo 20° e il plaid che ci siamo portati dietro basta appena a non farci rabbrividire troppo quando la temperatura scende ancora. Ora diteci: lo scorso fine settimana chi si è divertito di più secondo voi, noi al fresco o i compaesani al caldo?

Un commento Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...