Festeggiare 30 anni al Lago di Vercoche.

Per il mio compleanno (e sono 30!), qualche settimana fa, abbiamo deciso di andare in montagna e festeggiare con polenta concia e camminate. Direzione Mellier, nella splendida Valle di Champorcher (Val d’Aosta), dove abbiamo cenato nell’accogliente Ristorante Mellier. Lì le dosi sono sempre generose e i piatti di cucina locale sempre squisiti! Dopo salumi, polenta, carbonade, torta e qualche dose di amari della casa, siamo tornati nel van alle 10 già pronti per dormire; o meglio, io, dopo il liquore alla liquirizia e al cumino ero lì lì per addormentarmi già sul tavolo!

Domenica mattina, dopo un bel sonno ristoratore, ci siamo svegliati di buon’ora pronti a partire per il Lago di Vercoche, uno splendido lago artificiale tra i monti. Ci stavamo infilando gli scarponi quando dall’altro lato della strada vedo comparire un micione tigrato! Da brava gattara, lo chiamo e questo inizia a farci le fusa e a strofinarsi contro le nostre gambe. E’ amore! La cosa più incredibile, tuttavia, è che Legnà (lo abbiamo chiamato così in onore della Valle) inizia a seguirci lungo il sentiero, chiedendo coccole di tanto in tanto e rincorrendoci quando allunghiamo troppo il passo. Chissà da dove è saltato fuori!

Il percorso inizia tranquillo, su una mulattiera lastricata e ben segnalata, e prosegue così per circa un’oretta. Quando il sentiero si inasprisce, Legnà si ferma, indeciso se continuare con noi, e guardandosi indietro sembra voler tornare verso casa. Lo lasciamo – a malincuore – su una roccia sporgente, dove è scappato dopo aver visto un cane da pastore insieme al suo proprietario. Entrambi speriamo vivamente che sia riuscito a trovare la strada di casa!

La strada, dicevo, a questo punto inizia a diventare più ripida, con i soliti tornanti di montagna attraverso i selvaggi valloni della Valle di Champorcher. Salendo, sempre nel bosco, si guadagna quota sbucando sul pianoro dell’alpe Vercoche a 1860m. La piana, circondata dalle montagne, è attraversata da un torrente e sullo sfondo vediamo la costruzione dell’alpeggio. E’ l’occasione giusta per fermarsi, tirare il fiato dopo la salita (e prima di quella più ripida che sta per iniziare!) e mangiare qualcosa circondati da tutta questa meraviglia.

Giusto il tempo di farci una foto insieme e ricominciamo a salire. Superato il pianoro, inizia la fatica vera: circa tre quarti d’ora di salita ripida, anche sui bordi di una pietraia (attenzione agli stambecchi sulle cime, e alle roccette che fanno cadere quando si spostano!) a circa 2200m, fino ad una conca tra le rocce di poco più bassa. Qui c’è uno degli scenari più suggestivi e selvaggi della maestosa Valle d’Aosta: il lago Vercoche, ai piedi del Bec de Laris. Il lago, verdissimo, è uno specchio d’acqua in cui si riflettono i bastioni di pietra che lo circondano, in un incredibile gioco di riverberi. Dalla macchina fotografica è quasi impossibile distinguere quale è l’acqua e quale la montagna!

Pranziamo ai bordi del lago, ma tira aria fredda e quindi dopo poco decidiamo di scendere. Abbiamo percorso poco più di mille metri di dislivello, e ne risentiamo subito le conseguenze (non siamo molto allenati, questa estate, e il risultato sono le gambe corte!): bastano cinque minuti di discesa per friggermi, altri cinque per ammutolire e le restanti due ore di discesa per meditare di accovacciarmi da qualche parte e dormire lì! Di Legnà neanche l’ombra, purtroppo, anche se lo chiamiamo più volte; speriamo sia riuscito a tornare a casa! Arrivati al van, divoriamo TUTTE le provviste che ci erano rimaste: prosciutto, con pane, con frutta, con biscotti al cioccolato, con acqua di fiume. La merenda dei campioni!

Quando siamo certi di trovare da bere lungo il sentiero, carichiamo le nostre borracce VARGO direttamente dai fiumi, in questo modo l’acqua è sempre fresca, e di sorgente poi è più buona!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: