L’importante è muoversi.

Cos’altro ci piace fare quando viaggiamo?

Ci piace passeggiare per i vicoli delle città, perdendoci in quelli più nascosti e caratteristici. Ci piace allontanarci dai circuiti strettamente turistici, anche quando la meta è molto frequentata, e camminare sentendo solo il suono dei nostri passi sul selciato. Ci piace camminare su e giù per le vie di Briançon guardando le vecchie insegne dei locali ormai chiusi, lontani dal centro e quindi non più frequentati, e le serrande colorate dei palazzi.

Ci piace – cioè, a ME piace – fermarmi in qualche negozio di artigianato e perdermi tra gioielli d’argento e stampe grafiche: mi piace portare sempre qualche regalo e spesso, piuttosto che portare un oggetto tipico ma troppo scontato, preferisco andare su tutt’altro. E regalare un dipinto di uno dei meravigliosi portoni di Briançon (e un nuovo anellino per me).

Ci piace guardare le mappe e dire, beh, l’ultimo giorno potremmo andare ad Annecy – ma solo su strade normali. Ci piace guidare, che poi tradotto significa che Simone guida e io dormo e ogni tanto mi sveglio per dire “fermo che faccio una foto” e attraversare campi, paesi, fiumi, e soprattutto passi di montagna. Dire, fermiamoci là che sembra esserci un bel lago, è una delle frasi più belle del viaggio; le parole si riempiono di immagini di prati verdi, docce all’aperto, notti stellate e sacchi a pelo.

P1030759

Ci piace un po’ meno il caldo afoso di Annecy, che pure ci ha stupiti con la sua meravigliosa architettura (i tetti!!). Ci è piaciuto il castello, in cima ad una salita che nessuno sembrava voler salire, ci sono piaciuti i canali che attraversano tutta la città – non a caso è la Venezia francese.

Ci è piaciuto il Palais de l’Isle, famosissimo edificio nel mezzo del canale principale, che secondo noi però era un po’ rovinato dalle installazioni artistiche in acqua. Ci è piaciuto il mercato, pieno di formaggio salami dolciumi spezie saponi e chi più ne ha più ne metta.

E soprattutto ci è piaciuto il viaggio, la strada, il movimento.

“L’importante è muoversi.” Robert Louis Stevenson

2 risposte a "L’importante è muoversi."

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: