A passeggio tra i vicoli

Dopo lo splendido viaggio tra le colline slovene (di cui parlavo in questo post), ci siamo spostati verso Skofja Loka, una cittadina con un caratteristico borgo medioevale. Fa di nuovo caldo, quindi tiriamo fuori sandali e calzoncini e, dopo aver trovato un posto per il Van Rooster, ci incamminiamo verso il centro. Non abbiamo grandi idee su cosa vedere: abbiamo solo comprato una mappa del Paese e cercato online dei posti interessanti, raggruppandoli per province. Il Triglav, l’area dei laghi, Lubiana e dintorni; fin’ora questo approccio “easy” ha funzionato perfettamente.

Di Skofja Loka sappiamo solo che è uno dei borghi medioevali meglio conservati della Slovenia, caratterizzato da due piazze centrali (“trg“) collegate da vicoli stretti. Il borgo è effettivamente molto carino: è ben conservato, pulitissimo, poco affollato e curatissimo; tuttavia, apparte il Loski Grad, il castello sopra la città, e le caratteristiche costruzioni slovene, c’è poco altro da vedere. Comunque attraversiamo in lungo e in largo il paesino per goderci lo splendido stile architettonico “vecchia Europa“. La tranquillità delle sue stradine ci fa vagabondare avanti e indietro per tutto il pomeriggio, fotografando i tetti della città dall’alto del Castello, o le finestre decorate da fiori.

Io, che apprezzo il verde delle montagne tanto quanto i quartieri antichi, mi perdo a fotografare ogni angolo e scorcio. Ogni pietra, ogni porta, ogni colonna è meritevole di uno sguardo e di un po’ di attenzione, e io sono contenta di dargliela. Alla fine del pomeriggio, dopo tanto girare, ci sediamo in un bar d’angolo all’interno del centro storico per una pinta rinfrescante, birra chiara fruttata per me e scura caffeinosa per Simone. Cerchiamo velocemente online un campeggio a Lubiana, la nostra prossima destinazione, e pianifichiamo i giorni rimanenti: due a Lubiana e due di nuovo nel Triglav, a Bovec, con partenza il 15 mattina. La conclusione si avvicina, ma tutto quello che abbiamo visto fin’ora è stato così bello da essere già pienamente appagati.

Alla fine della giornata, usciamo dalla cittadina alla ricerca di una piazzola appartata nella quale fermarci. Troviamo un bel posto riparato vicino al fiume, ormai più pulito e meno agitato dalle piogge dei giorni precedenti, posteggiamo e prepariamo il campo. Carichiamo la sacca da dieci litri con l’acqua (di fiume!) e ci facciamo una bella doccia rinfrescante, poi prepariamo la cena: bistecche, patate, pomodori e qualche crackers con marmellata come dessert! Non ci facciamo mancare nulla! Dopo cena spostiamo l’auto lungo il letto del fiume, un luogo nascosto e tranquillissimo: si sentono solo la corrente e i richiami di qualche uccello. Stendiamo le coperte e ce ne andiamo a dormire, sazi e grati.

 

10 risposte a "A passeggio tra i vicoli"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: